Home » Altre storie » Giuseppe Verdi: le opere…a tavola

Giuseppe Verdi: le opere…a tavola

Giovedì 20 giugno, uno speciale evento dedicato al Maestro: all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), dalle ore 19, si terranno l’incontro con uno storico verdiano, concerto con opere del Cigno di Busseto e cena con i piatti che più ha amato.

Amante della gastronomia, dei prodotti di prima qualità e dei pranzi conviviali: Giuseppe Verdi era un raffinato gourmand appassionato del buon cibo e delle eccellenze, una su tutte la spalla cotta. Tante le lettere in cui scriveva suggerimenti, ricette e aneddoti di cucina. È stato un vero e proprio”ambasciatore” dei valori della sua terra e inviava abitualmente ai suoi amici salumi e formaggi. È proprio la sua terra, che gli rende omaggio, giovedì 20 giugno, con uno straordinario evento all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) – molto legata al Maestro perché il bisnonno (Carlo) dei fratelli Massimo e Luciano Spigaroli, era il suo mezzadro.

Grazie alla collaborazione con OperaLibera® l’Antica Corte Pallavicina ospiterà il terzo appuntamento di Ambasciatori di Verdi®, a cura di William Fratti, Marco Faverzani e Giorgio Panigati, rendendo un sentito omaggio al Cigno di Busseto. Il giardino dell’Antica Corte Pallavicina sarà la suggestiva location per l’evento che inizierà alle ore 19 con l’incontro con lo storico Dino Rizzo, membro del comitato scientifico dell’INSV (istituto nazionale di studi verdiani); proseguirà con il concerto che vedrà esibirsi Maria Teresa Leva (soprano), Fabio Armiliato (tenore), Riccardo Zanellato (basso), Claudia Zucconi (al pianoforte), Inesa Baltatescu (violino) che interpreteranno celebri arie verdiane e culminerà con una cena gourmet in cui saranno preparate dallo chef stellato Massimo Spigaroli e dal suo staff le ricette originali di Verdi, tratte dalle sue lettere e dal ricettario di una delle sue cuoche. Il menu: L’Aperitivo tipico a base di salame Spigarolino e Parmigiano Reggiano delle Vacche Brune; a tavola: Culatello selezione Spigaroli; Il risotto di Giuseppe Verdi (midollo e zafferano); La faraona alla creta di S. Agata con le verdure dell’orto di Corte; Il semifreddo alle amarene; Il caffè e infusi di bacche; compresi i vini dell’Antica Corte Pallavicina. Il costo è di 90 euro a persona.

L’accesso all’incontro e al concerto sono gratuiti ma con precedenza a chi prenota la cena.

Prenotazione obbligatoria allo 0524 936539 o via mail: relais@acpallavicina.com.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*